venerdì 30 aprile 2010

Edo Mestre-Treviso: il prepartita

Quello di domenica scorsa è stato, come avevamo auspicato, un buon congedo dal Tenni, dato che il Treviso ha ritrovato quella vittoria che mancava da un mese e mezzo. Ora ci si avvia malinconicamente verso un finale di stagione che vede due trasferte impegnative, anche se con due squadre con motivazioni e posizioni di classifica molto diverse. Se la chiusura sarà in casa della Feltrese, che con i biancocelesti e il Ponzano si gioca la possibilità di chiudere al quarto posto, il prossimo impegno per gli uomini di Zanini sarà contro l’Edo Mestre allo stadio Baracca, in passato teatro di accesissimi derby con Mestre e Venezia. Al Tenni nel primo turno infrasettimanale della stagione avevamo assistito all’ennesima rimonta degli avversari. Il Treviso, avanti 2-0 grazie a una punizione di Favaro e al gol in contropiede di Robelli, come nel derby contro il Giorgione aveva sciupato il vantaggio a causa di un atteggiamento troppo remissivo, un limite che sarebbe venuto meno dopo le dimissioni di Rumignani e il cambio di panchina. Dal canto suo l’Edo aveva pagato a caro prezzo due distrazioni difensive, riuscendo a raddrizzare il match grazie a un gol di De Bernard (a cui poco prima era stato annullato un gol per sospetto fuorigioco), e nel secondo tempo con un rigore di Max Sambugaro. Dopo il pareggio, i veneziani avevano tirato i remi in barca accontentandosi di un pareggio che a un certo punto sembrava insperato, anche se nel finale avevano rischiato di capitolare nuovamente per mano di Favaro. Dopo la gara di andata i gialloblu, veterani del girone B e abituati a lottare per la promozione diretta in serie D, non solo non sono riusciti a scalare la classifica, ma sono precipitati nella zona playout e fino allo scontro diretto con l’Union CSV hanno lottato per evitare un umiliante ultimo posto che sarebbe valso la retrocessione diretta. Dal sogno promozione all’incubo Promozione, quella con la p maiuscola, nella quale andrebbe di scena un suggestivo derby cittadino con il Mestre. Il crollo verticale si spiega con l’incredibile serie negativa tra la fine del girone di andata e quello di ritorno, ben 15 gare senza successi (9 pareggi e 6 sconfitte). La vittoria, ritrovata due settimane fa al Baracca contro l’Union CSV, mancava esattamente dalla gara di Conegliano, un girone intero! Davvero inspiegabile questa serie terribile per una squadra che in attacco può vantare bomber di razza come De Bernard (oltre 150 gol in carriera), il veterano Max Sambugaro e Davanzo. Sicuramente non se lo spiega uno dei fondatori dell’Edo Mestre, Giangiacomo Dal Prà, il battagliero direttore sportivo gialloblu che a inizio settembre, dopo l’annuncio dell’imminente ripescaggio del Treviso in Eccellenza, s’era messo a capo di un gruppo di società contrarie all’inserimento di una squadra che visto il blasone avrebbe potuto ammazzare il campionato. Ma come temevano (e avevano previsto) molti tifosi biancocelesti, così non è stato.
Tornando all’Edo, è innegabile che nelle ultime due settimane le cose abbiano cominciato a girare per il verso giusto, anche se non sempre per merito proprio. Dopo l’agevole vittoria sul Conegliano, che anche una settimana fa al Tenni è apparsa squadra materasso, è arrivato un pareggio nello scontro diretto di Marostica. I gialloblu hanno disputato una buona gara, controllando il gioco per gran parte del match, ma come in tante altre occasioni hanno peccato di concretezza ottenendo solo l’ennesimo pareggio stagionale. Ma a far tornare il sorriso in casa Edo ci ha pensato proprio la Marosticense, schierando in campo un giocatore che doveva ancora scontare un turno di squalifica, Crestani. La società ha subito presentato ricorso contro l’omologazione della gara, e da poche ore è stato ufficializzato lo 0-3 a tavolino che le permette di sperare in una griglia playout migliore. Tuttavia domani non potrebbe bastare la vittoria su un Treviso già tranquillo, visto che l’ultima giornata l'Edo riposerà, dunque molto dipenderà dai risultati di Miranese, Dolo e Sandonà. Vedremo se in questo finale mister Gallina riuscirà a dare la scossa in precedenza mancata con Favaretto e Salvagnin, indubbiamente l’esperienza di De Bernard e compagni potrebbe aiutarli nel momento topico dei playout. Qualche condizionamento, semmai, potrebbe esserci per qualche giocatore di troppo a rischio squalifica, un problema in più in vista delle due gare che decideranno il futuro dei gialloblu.
Anche perché al Baracca arriverà un Treviso tranquillo, salvo matematicamente dopo la vittoria nel derby di domenica scorsa, e speranzoso di poter chiudere in una posizione di classifica migliore. I biancocelesti sono al gran completo in ogni reparto, in difesa e a centrocampo, dove oltre a Bianco e Nardin bisogna segnalare un ritrovato Conean. In attacco Sagna dovrà riscattarsi dopo i troppi errori sotto porta, Tartalo migliora giornata dopo giornata, mentre Favaro, già nella storia, punta ad arrotondare il proprio bottino per scalare la classifica dei migliori bomber biancocelesti. Già, la stori...Quella contro l’Union CSV è stata l’ultima partita di sempre allo stadio Tenni per l’A.S.D. Treviso 2009 che, come annunciato dal futuro presidente Renzo Corvezzo nella conferenza stampa di sabato scorso, cesserà di esistere al termine di questo campionato. Su quale società possa prenderne il posto, nulla si sa, ma la sensazione comune è che queste possano essere le ultime partite del Treviso calcio per come lo intendono i veri tifosi. Le ipotesi di “compromesso” con l’Union Quinto non sono tramontate, lo stesso Corvezzo ha ammesso che ora come ora nessuna ipotesi è da scartare. Vedremo...
Inoltre, potrebbe esser l’ultima occasione per vedere il Treviso al Baracca di Mestre, visto che lo storico impianto entro qualche anno dovrebbe essere demolito per far posto a un parco pubblico. Ennesima discutibile decisione di un comune, che ricorda direttamente le vicende relative allo Zanutto di San Donà di Piave, senza dimenticare come lo stesso Tenni di Treviso venga spesso messo in discussione.
Come annunciato nel sito ufficiale dell’Edo Mestre, per questa partita ci saranno due entrate separate: per i tifosi trevigiani sarà aperta la curva Oberdan, mentre resterà chiusa la Caponera. Si ricorda che il calcio d'inizo sarà alle 16.30.

giovedì 29 aprile 2010

Classifica marcatori dopo la 31ma giornata

Favaro segna una rete e si porta a quota 17; purtroppo per noi però, Sabatini realizza una doppietta e sale a quota 18, primo in solitario nella classifica marcatori.
Ecco i calciatori che hanno realizzato almeno 5 reti.

18 RETI: Sabatini (Sottomarina Lido,5)
17 RETI: Favaro (Treviso,4)
16 RETI: Gazzola (Giorgione,2)
15 RETI: Niero (Dolo Riviera del Brenta,7)
14 RETI: De Bernard (Edo Mestre,2), Tormen (Feltreseprealpi),
13 RETI: Benetton (Liapiave, 6)
12 RETI: Zane (Miranese,6), Vivian (Ponzano,1), Voltolini (Romano Ezzelino,3)
11 RETI: Fruscalzo (Ardita Moriago), Mecaj (Rossano,2)
10 RETI: Zanatta (Feltreseprealpi,1)
9 RETI: Nicolella (Liapiave), Costantini (Sottomarina Lido)
8 RETI: Mason (Giorgione,2), Furlan e Moretto (Opitergina)
7 RETI: Bernardi (Ardita Moriago,2), Solagna (Liapiave), Pasian (Opitergina,3), Mattiazzo (Ponzano,2), Formenton (Sottomarina Lido), Barutta (Vigontina)
6 RETI: Baldi (Feltreseprealpi,3), Martina (Liapiave,1), Nardi (Union CSV,2)
5 RETI: Ballarin (Dolo Riviera Brenta), Dissegna (Giorgione), Silboni (Opitergina,4), Gagno (Ponzano), Boscolo (Sandonà 1922), Sagna (Treviso), Donato (Vigontina)

mercoledì 28 aprile 2010

Miscellanea biancoceleste

(Ogni segnalazione di eventuali errori sarebbe graditissima)

- 43 i punti conquistati finora dal Treviso, al 6° posto solitario (staccati sia Giorgione che Rossano). Confrontando i risultati con i medesimi avversari, il saldo del girone di ritorno è pari a +10 punti (16 prima e 26 dopo il giro di boa). Con le 2 squadre ancora da affrontare, all’andata i biancocelesti hanno ottenuto 1 punto sui 6 disponibili.
- 10 i successi stagionali del Treviso (1/3 esatto delle partite), 7 dei quali con mister Zanini in panchina nel girone di ritorno. Di questi 10, 5 interni e altrettanti esterni (solo LiaPiave, Sottomarina, Opitergina e FeltresePrealpi hanno vinto di più in trasferta). Considerando il turno infrasettimanale con il Sottomarina, in generale la vittoria mancava da 5 partite (Giorgione-Treviso 1-2), mentre al Tenni dal 2-1 sul SanDonà. Il Dolo R.B. rimane e rimarrà l’unica squadra ad essere stata battuta dai biancocelesti sia all’andata che al ritorno. Questa la frequenza dei punteggi: 6 vittorie per 2-0, 3 per 2-1, 1 per 1-0.
- 13 i pareggi all’attivo (primato condiviso con FeltresePrealpi, Rossano e Edo Mestre, quest'ultimo però destinato a vedersi tramutare da pareggio a vittoria l'esito dell'ultimo match), di cui ben 8 in casa (altro primato a parimerito) e 5 in trasferta. Al momento Vigontina, Miranese e LiaPiave sono le uniche 3 squadre i cui incontri con il Treviso sono terminati in pareggio sia all’andata che al ritorno. Nello specifico, i biancocelesti rimangono tuttora gli unici ad aver pareggiato a Vigonza (1^ giornata). Il successo di domenica scorsa interrompe una serie di 4 1-1 consecutivi, peraltro tutti in rimonta. Questa la frequenza dei punteggi: 7 per 1-1, 3 per 0-0 (di cui 2 con l’unica squadra padovana del girone), 3 per 2-2.
- 7 le sconfitte per il Treviso (solo 4 squadre hanno perso di meno), di cui comunque appena 3 al Tenni su ben 16 gare giocate, essendo l'unica squadra ad aver già terminato le gare interne (solo Ponzano e Sottomarina hanno subìto meno ko tra le mura amiche). Con Zanini in panchina, la squadra ha perso solamente contro Opitergina e Sottomarina, ambedue ai vertici della classifica. Dopo il successo sull'Union CSV di domenica scorsa, la FeltresePrealpi (da incontrare all'ultima giornata) rimane l'unica squadra con cui il Treviso potrebbe conquistare 0 punti su 6 disponibili; per il resto, infatti, i biancocelesti hanno strappato almeno un punto con tutti. Questa la frequenza dei punteggi: 2 per 0-1, 2 per 1-2, 2 per 1-3, 1 per 0-3 (nessuna per 0-2).
- Con 36 gol fatti, quello biancoceleste è il 9° miglior attacco su 17. Il Treviso non ha mai segnato più di 2 gol a partita, pur essendoci andato vicino proprio l'ultima domenica. Negli ultimi 12 match si è rimasti a secco solo in una circostanza (vs Sottomarina).
- Con 31 gol subiti, quella biancoceleste è la 6^ miglior difesa su 17. Sono solo 3 le compagini che hanno rifilato più di 2 gol al Treviso: FeltresePrealpi (1-3), Opitergina (1-3) e Sottomarina (0-3, di fatto la peggior sconfitta stagionale). Domenica si è interrotta una striscia di 7 match consecutivi con gol al passivo.
- Con un saldo pari a +5, quella biancoceleste è la 6^ miglior differenza reti del campionato. La media inglese è di -19 (6^).
- Giunto all'11° ed ultimo match consecutivo giocato sul suolo trevigiano (vale a dire tutte le partite comprese tra quelle di Bassano del Grappa e di Mestre), il Treviso ha concluso i confronti con le 6 cugine trevigiane del girone; questo il bilancio definitivo, fortunatamente raddrizzato nel corso della stagione: 3 vittorie, 6 pareggi, 3 sconfitte.
- Classifica in base ai dati ufficiali sugli spettatori al Tenni (non al netto degli abbonati assenti): 1.278 vs Opitergina (3^ gara in casa), 1.181 vs Ponzano (5^), 1.035 vs Romano d'Ezzelino (2^), 1.028 vs Dolo R.B. (1^), 1.024 vs Giorgione (4^), 936 vs SanDonà (12^), 908 vs FeltresePrealpi (7^), 903 vs Edo Mestre (6^), 736 vs Vigontina (8^), 730 vs LiaPiave (9^), 701 vs Miranese (14^), 700 vs Sottomarina (13^), 663 vs Marosticense (11^). Non pervenuto il dato di Treviso – Ardita Moriago. Media: spettatori 909 (attenzione: alla luce di una tanto forte quanto non ufficialmente rilevabile emorragia di abbonati, nel finale di stagione questa classifica non sarà più aggiornata).
- Classifica in base al costo del biglietto nelle trasferte biancocelesti: 10 € Marostica – Oderzo – Castelfranco Veneto / 9 € Sottomarina - Ponzano (*) – San Polo di Piave (°) / 8 € Vigonza - Moriago d.B. - Mirano - Rossano Veneto – Conegliano & San Vendemiano – Dolo – Romano d’Ezzelino (a Bassano) / 5 € San Donà di Piave. (*) = insolita discrezionalità a Ponzano; c'è chi ha pagato 8 € (prezzo ridotto in casi di manifesta fede biancoceleste) e chi invece 10 € (pur essendo tifosi del Treviso); (°) = media tra 10 € (prezzo allo stadio) e 8 € (prezzo in prevendita).

domenica 25 aprile 2010

Treviso-Union CSV 2-0

Il Treviso fa suo il derby trevigiano battendo 2-0 l'Union CSV grazie al gol di Favaro, che su rigore realizza il diciasettesimo gol stagionale, e Tartalo. Nel video i due gol e il saluto della squadra sotto la curva.

Treviso-Union CSV 2-0

RETI: 31' rig. Favaro, 67' Tartalo (T)

TREVISO: Pezzato, Lunardi, Balzan, Romano, Paoli, Favaro, Conean, Nardin (81' Lucich), Tartalo (76' Silotto), Bianco, Sagna (65' Ruggiero). All. Zanini
UNION CSV: Rossetto, Cordazzo, Sandri, Maccari, Da Ros, Drusian, Michielet, Parro (45' Pilotto), Rizza (46' Armellin), Nardi, Tronchin (76' Lorenzet). All. Giuliato
ARBITRO: Antonello di Bassano
NOTE: Espulso: 45' Da Ros (U). Ammoniti: Drusian (U), Tartalo (T). Spettatori: 500

Così la 32^ giornata

I risultati della 32^ giornata
Ardita Moriago - SanDonà 2-0
Dolo R.B. - Ponzano 2-2
FeltresePrealpi - LiaPiave 0-2
Marosticense - Edo Mestre 0-0 (probabile 0-3 a tav.)
Romano d'Ezzelino - Giorgione 2-2
Sottomarina - Miranese 2-0
Treviso - Union CSV 2-0
Vigontina - Rossano 2-0
Riposa: Opitergina

La classifica dopo la 32^ giornata
OPITERGINA 60
SOTTOMARINA 59
LIAPIAVE 56
PONZANO 47
FELTRESEPREALPI 46
TREVISO 43
GIORGIONE 41
ROSSANO 40
ARDITA MORIAGO 38
VIGONTINA 38
MAROSTICENSE 36 *
ROMANO D'EZZELINO 34
MIRANESE 31
DOLO R.B. 31
SANDONA' 29 °
EDO MESTRE 28 *
UNION CSV 22
* = deve ancora riposare
° = 1 punto di penalità

sabato 24 aprile 2010

Prima conferenza stampa di Renzo Corvezzo

Si è svolta stamattina, allo Stadio Omobono Tenni, la prima conferenza stampa del nuovo Presidente del Treviso Calcio, Renzo Corvezzo.
Erano presenti, oltre ai giornalisti delle principali testate locali, anche una trentina di tifosi, ansiosi di sapere il futuro della propria squadra del cuore.
Il progetto parte dal presupposto che una realtà come Treviso, molto ricca dal punto di vista economico, "da anni non riesce a essere sostanzialmente presente nell'ambito calcistico nazionale".
Per riuscire a invertire la tendenza, la nuova società non vuole creare una frattura con il territorio, ma anzi come base di partenza verrà presa proprio la Marca Trevigiana, che conta centinaia di associazioni sportive, e "il Treviso Calcio deve essere l'espressione di questa realtà, deve essere legato al territorio, deve prendere forza ed energia dalla base, deve a sua volta fornire mezzi ed esperienza alla base creando così un circolo virtuoso che valorizzi tutto il territorio e faccia sentire il Treviso Calcio come qualcosa di proprio, come una realtà non di qualche gruppo di imprenditori, magari estranei alla realtà locale, ma come una parte stessa della società Trevigiana".
E' stata costituita l'Associazione Sportiva Calcio Bianco Azzurro, che coordinerà le attività future, e che ha già acquistati sia i marchi storici del Treviso Calcio che i bene e le attrezzature.
L'ASCBA farà capo al settore giovanile, e si spera che in futuro possa essere il punto di raccordo per tutte le associazioni del territorio.
A breve nascerà il progetto "Treviso in gol", con il quale tutti i cittadini di Treviso e provincia potranno contribuire sostanzialmente al futuro della squadra della loro Città.
Il consiglio di amministrazione sarà composto da 5 membri, che prenderanno ogni decisione necessaria per la società.
Per quanto riguarda la struttura gestionale, ci sarà:
- una prima squadra, con lo scopo di riportarla ai vertici del calcio che conta.
- un settore giovanile, dedicata ai ragazzi dai 14 anni in sù, seguiti da tecnici patentati.
- una scuola calcio, dedicata ai bambini dai 6 ai 14 anni, seguiti da laureati Isef e specialisti.
Il nuovo coordinatore del settore giovanile sarà Walter Buranello, attuale Presidente del San Giuseppe Calcio, il cui indirizzo email è asdbiancoazzurro@libero.it.


p.s. le parti virgolettate sono ricopiate tali e quali dall'opuscolo consegnato stamattina alla conferenza stampa.

Il Treviso in diretta!

Ritorna il nostro consueto appuntamento con la cronaca della partita del nostro Treviso.
Per essere reindirizzati al topic del Treviso in diretta, cliccare sul titolo di questo post o sul seguente link: Treviso-Union CSV
Ricordiamo a tutti che, per leggere la cronaca della partita, bisogna essere registrati al forum.
Per registrarsi è semplicissimo, basta andare quì e seguire le indicazioni: Registrazione

Treviso-Union CSV: il prepartita

Domani andrà in scena l’ultima partita della stagione al Tenni, e per il Treviso miglior modo per congedarsi con il pubblico di casa sarebbe una bella vittoria nel derby contro l’Union CSV. Nelle gara d’andata, la prima di questo 2010, i biancocelesti erano usciti sconfitti dal campo di San Vendemiano dopo una delle peggiori prove stagionali. Penalizzato dalle pesanti assenze di Favaro, Romano e Bianco, infortunati, il Treviso aveva subito per tutto il primo tempo le iniziative dei conglienesi, passati in vantaggio grazie a una punizione di Nardi, con Pezzato colpevolmente sorpreso sul proprio palo. A nulla era valso l’assalto nel secondo tempo, con la beffa finale del rigore su Conean non assegnato dall’arbitro. Fortunatamente l’agonia per il Treviso, almeno in campo, sarebbe finita dopo una settimana, con le dimissioni di Rumignani, l’arrivo di Zanini e l’inizio della risalita che ha portato alla salvezza anticipata. Diversamente, quello che per l’Union CSV sembrava un sogno si è presto rivelato una fugace illusione. Certo, la storica vittoria nel derby confermava il buon momento dei ragazzi di De Pieri, che quattro giorni dopo sarebbero tornati dalla difficile trasferta di Feltre con un prezioso punto. Ma da quel momento in poi è cominciata una crisi di risultati che ha relegato i gialloblu, forse in modo definitivo, all’ultimo posto in classifica. A febbraio è arrivata la doccia gelata anche sul fronte societario, con il presidente Fraceschet che getta la spugna annunciando il proprio disimpegno economico. Nel frattempo nemmeno l’avvicendamento in panchina, con De Pieri cacciato e Gava (ex tecnico della juniores) promosso allenatore della prima squadra, riusciva a portare i risultati sperati. Uniche notizie positive, il debutto di alcuni giovani classe ’92 della juniores, tutti di ottima prospettiva, a conferma dell’ottimo stato di salute del settore giovanile coneglianese. I debuttanti si sono inseriti bene tra i più esperti compagni, ma non sono (comprensibilmente) riusciti cambiare il destino dell’Union CSV, a cui non sono bastate le due vittorie casalinghe in altri due importanti derby trevigiani, contro Giorgione e Ponzano. Eppure le sconfitte, a parte i risultati tennistici nella prima parte del girone d’andata, sono sempre arrivate di misura, dopo partite giocate alla pari dove sono stati pagati a caro prezzo errori di gioventù. L’unica vera e propria debacle è arrivata nelll’ultimo turno, purtroppo nel fondamentale scontro diretto contro l’Edo Mestre, allora distante solo due punti. Ma al Baracca l’Union CSV ha rischiato la goleada, evitata solo grazie all’imprecisione di De Bernard e compagni, che non vincevano addirittura dalla gara d’andata. Così i gialloblu, a tre giornate dal termine, si trovano a cinque punti dai veneziani penultimi in zona playout.
L’Union CSV dell’ultimo periodo, ultimo e con un piede e mezzo in Promozione, sembra l’avversario giusto per un Treviso che senza obiettivi reali è comunque alla ricerca di una vittoria che manca da un mese e mezzo. Nelle ultime partite, giocate quasi tutte contro squadre d’alta classifica (eccetto la Miranese quint’ultima), sono arrivati quattro pareggi per 1-1, tutti in rimonta, segno che pur mancando la vittoria la squadra con Zanini in panchina ha finalmente acquisito uno spirito vincente. Tutto ciò che era mancato con Rumignani.
Vincere sarebbe importante, visto che quella di domani sarà l’ultima partita dell’anno al Tenni prima delle due trasferte di Mestre e Feltre. Senza contare che questa mattina dovrebbe esserci, salvo altri rinvii, la conferenza stampa che segnerà l’inizio di una nuova epoca, quella del Treviso del nuovo patron Corvezzo. Una conferenza che tuttavia dovrebbe riguardare non la prima squadra, ma il settore giovanile, primo tasselo per ricostruire una patrimonio completamente smantellato dal fallimento del luglio 2009.
Diventano lucidi gli occhi dei tifosi biancocelesti meno giovani, quando si parla dei mitici derby degli anni 70’, con il grande Treviso dell’attuale vicepresidente Frandoli, Osellame, Colusso, Schugur, De Bernardi e Zambianchi. Forse un giorno torneremo a vedere una squadra del genere, magari in un tempo non troppo lontano…
I precedenti casalinghi:

Campionato

Treviso-Conegliano 0-1 Serie D, girone C 1972/1973
Treviso-Coneglianese 2-1 Serie D, girone C 1973/1974
Treviso-Coneglianese 2-2 Serie D, girone C 1974/1975
Treviso-Conegliano 2-2 Interregionale, girone B 1991/1992
Treviso-Conegliano 1-0 Interregionale, girone B 1992/1993
Treviso-Conegliano 0-1 Interregionale, girone B 1993/1994

Coppa Italia

Treviso-Conegliano 0-0 Coppa Italia Serie C 1982/1983

In totale 16 incontri totali: 7 vittorie per il Treviso, 4 per il Conegliano/Union CSV e 5 pareggi.

venerdì 23 aprile 2010

Partite ed arbitri della 32^ giornata

Partite ed arbitri della 32^ giornata (dom 25/04, ore 16.00)
Ardita Moriago - SanDonà (Pistolin di Rovigo)
Dolo R.B. - Ponzano (Capovilla di Verona)
FeltresePrealpi - LiaPiave (Rasia di Bassano del Grappa)
Marosticense - Edo Mestre (Zulianello di San Donà di Piave)
Romano d'Ezzelino - Giorgione (Sattin di Rovigo)
Sottomarina - Miranese (Dall'Anese di Conegliano)
Treviso - Union CSV (Antonello di Bassano del Grappa)
Vigontina - Rossano (Bortoluzzi di San Donà di Piave)
Riposa: Opitergina

La classifica dopo la 31^ giornata
OPITERGINA 60 *
SOTTOMARINA 56
LIAPIAVE 53
PONZANO 46
FELTRESEPREALPI 46
GIORGIONE 40
TREVISO 40
ROSSANO 40
ARDITA MORIAGO 35
MAROSTICENSE 35 *
VIGONTINA 35
ROMANO D'EZZELINO 33
MIRANESE 31
DOLO R.B. 30
SANDONA' 29 °

EDO MESTRE 27 *
UNION CSV 22
* = deve ancora riposare
° = 1 punto di penalità / SanDonà-Romano 0-3 a tav.

giovedì 22 aprile 2010

Classifica marcatori dopo la 30ma giornata

Favaro raggiunge finalmente Gazzola del Giorgione in testa alla classifica dei marcatori e ora è finalmente in testa, in coabitazione con Sabatini del Sottomarina, anch'esso a segno domenica.

Ecco i giocatori che hanno realizzato almeno 5 reti.

16 RETI: Gazzola (Giorgione,2), Sabatini (Sottomarina Lido,3), Favaro (Treviso,3)
14 RETI: Niero (Dolo Riviera del Brenta,6), De Bernard (Edo Mestre,2), Tormen (Feltreseprealpi),
13 RETI: Benetton (Liapiave, 6)
12 RETI: Zane (Miranese,6)
11 RETI: Fruscalzo (Ardita Moriago), Vivian (Ponzano,1), Voltolini (Romano Ezzelino,3), Mecaj (Rossano,2)
10 RETI: Zanatta (Feltreseprealpi,1)
9 RETI: Nicolella (Liapiave), Costantini (Sottomarina Lido)
8 RETI: Furlan e Moretto (Opitergina)
7 RETI: Bernardi (Ardita Moriago,2), Mason (Giorgione,2), Solagna (Liapiave), Pasian (Opitergina,3), Formenton (Sottomarina Lido)
6 RETI: Baldi (Feltreseprealpi,3), Martina (Liapiave,1), Mattiazzo (Ponzano,1), Nardi (Union CSV,2), Barutta (Vigontina)
5 RETI: Ballarin (Dolo Riviera Brenta), Dissegna (Giorgione), Silboni (Opitergina,4), Gagno (Ponzano), Boscolo (Sandonà 1922), Sagna (Treviso), Donato (Vigontina)

mercoledì 21 aprile 2010

Miscellanea biancoceleste

(Ogni segnalazione di eventuali errori sarebbe graditissima)

- 40 i punti conquistati finora dal Treviso, al 6° posto in coabitazione con Giorgione e Rossano. Confrontando i risultati con i medesimi avversari, il saldo del girone di ritorno è pari a +7 punti (16 prima e 23 dopo il giro di boa). Con le 3 squadre ancora da affrontare, all’andata i biancocelesti hanno ottenuto appena 1 punto sui 9 disponibili.
- 9 i successi stagionali del Treviso, 6 dei quali con mister Zanini in panchina. Di questi 9, 4 interni (solo Ardita Moriago, Dolo R.B. e Edo Mestre hanno vinto di meno in casa) e 5 esterni (solo Opitergina, Sottomarina, LiaPiave e FeltresePrealpi hanno vinto di più in trasferta). Considerando il turno infrasettimanale con il Sottomarina, la vittoria manca da 5 partite (Giorgione-Treviso 1-2). Il Dolo R.B. rimane e rimarrà l’unica squadra ad essere stata battuta dai biancocelesti sia all’andata che al ritorno. Questa la frequenza dei punteggi: 5 vittorie per 2-0, 3 per 2-1, 1 per 1-0.
- 13 i pareggi all’attivo (primato condiviso con FeltresePrealpi e Rossano), di cui ben 8 in casa (altro primato a parimerito) e 5 in trasferta. Al momento Vigontina, Miranese e LiaPiave sono le uniche 3 squadre i cui incontri con il Treviso sono terminati in pareggio sia all’andata che al ritorno. Nello specifico, i biancocelesti rimangono tuttora gli unici ad aver pareggiato a Vigonza (1^ giornata). Quello di domenica a San Polo di Piave è stato il 4° 1-1 consecutivo, peraltro tutti in rimonta. Questa la frequenza dei punteggi: 7 per 1-1, 3 per 0-0 (di cui 2 con l’unica squadra padovana del girone), 3 per 2-2.
- 7 le sconfitte per il Treviso (solo 4 squadre hanno perso di meno), di cui comunque appena 3 al Tenni su 15 gare giocate (manca solo il derby con l'Union CSV). Con Zanini in panchina, la squadra ha perso solamente contro Opitergina e Sottomarina, ambedue ai vertici della classifica. Sono 2 le squadre con cui il Treviso potrebbe conquistare 0 punti su 6 disponibili (vale a dire Union CSV e FeltresePrealpi, entrambe ancora da affrontare nel girone di ritorno); per il resto, infatti, i biancocelesti hanno ottenuto almeno un punto con tutti. Questa la frequenza dei punteggi: 2 per 0-1, 2 per 1-2, 2 per 1-3, 1 per 0-3 (nessuna per 0-2).
- Con 34 gol fatti, quello biancoceleste è l'8° miglior attacco su 17. Il Treviso non ha mai segnato più di 2 gol a partita. Negli ultimi 11 match si è rimasti a secco solo in una circostanza (vs Sottomarina).
- Con 31 gol subiti, quella biancoceleste è la 6^ miglior difesa su 17. Sono solo 3 le compagini che hanno rifilato più di 2 gol al Treviso: FeltresePrealpi (1-3), Opitergina (1-3) e Sottomarina (0-3, di fatto la peggior sconfitta stagionale). Si subisce gol da 7 match consecutivi.
- Con un saldo pari a +3, quella biancoceleste è la 7^ miglior differenza reti del campionato. La media inglese è di -19 (6^).
- Giunto al 10° match consecutivo giocato sul suolo trevigiano (ma domenica prossima la striscia arriverà addirittura a 11, ossia tutte le partite comprese tra quelle di Bassano del Grappa e di Mestre), il Treviso ha quasi terminato i confronti con le 6 cugine trevigiane del girone; questo il modesto bilancio: 2 vittorie, 6 pareggi, 3 sconfitte.
- Classifica in base ai dati ufficiali sugli spettatori al Tenni (non al netto degli abbonati assenti): 1.278 vs Opitergina (3^ gara in casa), 1.181 vs Ponzano (5^), 1.035 vs Romano d'Ezzelino (2^), 1.028 vs Dolo R.B. (1^), 1.024 vs Giorgione (4^), 936 vs SanDonà (12^), 908 vs FeltresePrealpi (7^), 903 vs Edo Mestre (6^), 736 vs Vigontina (8^), 730 vs LiaPiave (9^), 701 vs Miranese (14^), 700 vs Sottomarina (13^), 663 vs Marosticense (11^). Non pervenuto il dato di Treviso – Ardita Moriago. Media: spettatori 909 (attenzione: alla luce di una tanto forte quanto non ufficialmente rilevabile emorragia di abbonati, nel finale di stagione questa classifica non sarà più aggiornata).
- Classifica in base al costo del biglietto nelle trasferte biancocelesti: 10 € Marostica – Oderzo – Castelfranco Veneto / 9 € Sottomarina - Ponzano (*) – San Polo di Piave (°) / 8 € Vigonza - Moriago d.B. - Mirano - Rossano Veneto – Conegliano & San Vendemiano – Dolo – Romano d’Ezzelino (a Bassano) / 5 € San Donà di Piave. (*) = insolita discrezionalità a Ponzano; c'è chi ha pagato 8 € (prezzo ridotto in casi di manifesta fede biancoceleste) e chi invece 10 € (pur essendo tifosi del Treviso); (°) = media tra 10 € (prezzo allo stadio) e 8 € (prezzo in prevendita).

domenica 18 aprile 2010

Liapiave-Treviso 1-1

LIAPIAVE: Cima, Bortot (st 36' Akessi), Cittadini, Zago, Calzavara, Cagnato, Zanette, Dartora, Nicolella, Perenzin (st 24' Perenzin), Solagna (st 14' Furlan). All. Morandin

TREVISO: Pezzato, Lunardi (pt 19' Faggian), Leonarduzzi, Bianco, Balzan, Paoli, Lucich, Nardin (st 18' Conean), Sagna, Robelli (st 1' Tartalo), Favaro. All. Zanini

ARBITRO: Candeo di Este

RETI: pt 36' Perenzin (R), st 33' Favaro (R)

NOTE: Ammoniti Zago, Cagnato, Nardin, Bianco e Pezzato. Spettatori 700 circa di cui almeno 200 da Treviso

LiaPiave-Treviso 1-1, i gol

Il derby al Giol di San Polo di Piave finisce 1-1, con un calcio di rigore per parte. Nel video le azioni che hanno portato ai penalty e le due realizzazioni. Per il bomber Davide Favaro si tratta del sedicesimo gol stagionale, l'ultimo biancoceleste ad aver segnato tanto in un campionato era stato Gigi Beghetto, dieci anni fa, nella Serie B 1999/2000.

Così la 31^ giornata

I risultati della 31^ giornata
Edo Mestre - Union CSV 3-0
Giorgione - Sottomarina 1-1
LiaPiave - Treviso 1-1
Marosticense - Opitergina 0-0
Miranese - Dolo R.B. 0-2
Ponzano - Vigontina 1-1
Rossano - FeltresePrealpi 0-1
SanDonà - Romano d'Ezzelino 1-1 (probabile 0-3 a tav.)
Riposa: Ardita Moriago

La classifica dopo la 31^ giornata
OPITERGINA 60 *
SOTTOMARINA 56
LIAPIAVE 53
PONZANO 46
FELTRESEPREALPI 46
GIORGIONE 40
TREVISO 40
ROSSANO 40
ARDITA MORIAGO 35
MAROSTICENSE 35 *
VIGONTINA 35
MIRANESE 31
SANDONA' 31
ROMANO D'EZZELINO 31
DOLO R.B. 30
EDO MESTRE 27 *
UNION CSV 22
* = deve ancora riposare

Il Treviso in diretta!

Ritorna il nostro consueto appuntamento con la cronaca della partita del nostro Treviso.
Per essere reindirizzati al topic del Treviso in diretta, cliccare sul titolo di questo post o sul seguente link: Liapiave-Treviso
Ricordiamo a tutti che, per leggere la cronaca della partita, bisogna essere registrati al forum.
Per registrarsi è semplicissimo, basta andare quì e seguire le indicazioni: Registrazione

sabato 17 aprile 2010

LiaPiave-Treviso: il prepartita

E’ cambiata la categoria, non più la serie B ma l’Eccellenza veneta, eppure anche quest’anno dobbiamo assistere a un finale di campionato del Treviso tutt’altro che entusiasmante. Del resto la salvezza, obiettivo minimo stagionale che con Rumignani stava diventando un miraggio, è stata raggiunta da alcune settimane. Sicuramente l’assenza di vittorie comincia a pesare, dato che il successo manca dal lontano 14 marzo, Giorgione-Treviso 1-2, senza ombra di dubbio l’apice di questa stagione che se non altro ha avuto il merito di garantire la sopravvivenza del calcio Treviso. Dopo la brutta sconfitta con il Sottomarina e tre pareggi per 1-1 (Miranese, Ponzano e Rossano) non sarà facile ritrovare i tre punti contro la miglior squadra del momento. La scorsa estate il LiaPiave era considerata la favorita numero 1 per la promozione in serie D, sfuggita pochi mesi prima nei minuti finali della finale playoff contro i piemontesi dell’Acquanera. Ma almeno nel girone di andata, le cose non sono andate come previsto.
La gara di andata, rinviata per neve e recuperata il 27 gennaio, era terminata 0-0, frutto di un sostanziale equilibrio tra le due squadre. Nella prima frazione il LiaPiave era parso superiore al Treviso, ma nella ripresa le migliori occasioni per sbloccare il risultato erano capitate tra i piedi dei padroni di casa, sempre più galvanizzati dalla cura Zanini. A quel pareggio era seguita la sorprendente sconfitta interna contro l’ammazzagrandi Ardita, ultimo k.o. prima di 9 risultati utili consecutivi: 8 successi, di cui cinque consecutivi, e un pareggio ! Una serie incredibile, cominciata con ila vittoria di misura nel derby di Oderzo, successo replicato nei derby di Castelfranco, Ponzano e una settimana fa a Conegliano. Contro l’Union CSV fanalino di coda sono arrivati, ancora una volta nei minuti di recupero, tre punti molto sofferti. Dopo essere essersi portati sul 2-0 grazie alle reti di Akessi, giovane dicisettenne al debutto, e il solito Benetton, i “giallobiancoblu” hanno subito la rimonta dei padroni di casa, trascinati da Michielet, autore di una doppietta. Ma al secondo minuto di recupero ci ha pensato ancora un volta Benetton a regalare i tre punti ai suoi grazie a uno splendido calcio di punizione. Domani il bomber sarà assente per squalifica, ma la sua mancanza sarà sicuramente compensata dall’ex biancoceleste Pietro Nicolella, altra attaccante di razza, che domenica ha scontato il suo turno di stop. Su di lui il LiaPiave affida le proprie speranze di rimonta su Sottomarina, distante solo tre punti, e la capolista Opitergina, che di punti di vantaggio ne ha sette ma con una partita in più.
Contro un LiaPiave motivato e in stato di grazia sarà difficile strappare un risultato positivo, ma il Treviso deve provarci, per regalare una piccola gioia ai tifosi che accorreranno al Giol di San Polo di Piave, nonostante tutto. Nonostante una situazione societaria che tende a non sbloccarsi, conferenze stampa annunciate e rinviate più volte, poca chiarezza e silenzi infiniti che contribuiscono ad alimentare i già tanti, troppi dubbi sul futuro dei colori biancocelesti.
Domani Zanini dovrà fare a meno ancora una volta di capitan Romano, espulso (ingiustamente) nel secondo tempo di Treviso-Rossano. Importante allora sarebbe il recupero di Bruniera, che dovrebbe aver recuperato dopo il riacutizzarsi dell’infortunio patito a Ponzano nei minuti iniziali. Al suo fianco dovrebbe essere confermato Balzan, con Paoli e Leonarduzzi sulle fasce. A centrocampo tutti i tifosi confidano di rivedere le giocate del piccolo Nardin, eletto a furor di popolo uomo partita, ancor più di Davide Favaro che sette giorni fa ha ritrovato su punizione quel gol che mancava da oltre un mese. Il bomber è a una sola rete dalla vetta della classifica capocannonieri, occupata da Gazzola del Giorgione. Deciderà Zanini se affiancargli il solo Sagna o rischiare tutto inserendo fin dall’inizio anche Tartalo, che in questo finale di stagione sembra aver raggiunto la condizione fisica ideale.
Come annunciato nel sito ufficiale del LiaPiave, si ricorda che i biglietti per la partita di domani sono ancora disponibili in prevendita, al costo di 8 euro, sia presso la sede della società dalle 10 alle 12, sia presso lo Snack Bar del distributore Agip a San Polo di Piave fino all'orario di chiusura. Altrimenti si potranno acquistare direttamente allo stadio Giol prima della partita (fischio d'inizio alle 16.00), ma al costo unico di dieci euro e senza alcun tipo di riduzione.

venerdì 16 aprile 2010

Partite e arbitri della 31^ giornata

Partite e arbitri della 31^ giornata (dom 18/04, ore 16.00)
Edo Mestre - Union CSV (C.a.i. - arbitro da fuori regione)
Giorgione - Sottomarina (Sartori di Padova)
LiaPiave - Treviso (Candeo di Este)
Marosticense - Opitergina (Rossini di Verona)
Miranese - Dolo R.B. (Pozzobon di Treviso)
Ponzano - Vigontina (Pozzato di Bassano del Grappa)
Rossano - FeltresePrealpi (Cernigliaro di Verona)
SanDonà - Romano d'Ezzelino (Cordella di Treviso)
Riposa: Ardita Moriago

La classifica dopo la 30^ giornata
OPITERGINA 59 *
SOTTOMARINA 55
LIAPIAVE 52
PONZANO 45
FELTRESEPREALPI 43
ROSSANO 40
GIORGIONE 39
TREVISO 39
ARDITA MORIAGO 35 *
MAROSTICENSE 34 *
VIGONTINA 34
MIRANESE 31
SANDONA' 30
ROMANO D'EZZELINO 30
DOLO R.B. 27
EDO MESTRE 24 *
UNION CSV 22
* = deve ancora riposare

Classifica marcatori dopo la 29ma giornata

Uno dei pochi obiettivi del Treviso in queste ultime giornate di campionato, è quello di far vincere il titolo di capocannoniere al bomber Favaro, che si trova momentaneamente al secondo posto in questa classifica.
Ecco i giocatori con almeno 5 reti.

16 RETI: Gazzola (Giorgione, 2 rigori)
15 RETI: Sabatini (Sottomarina Lido, 3), Favaro (Treviso, 2)
14 RETI: Niero (Dolo Riviera del Brenta,6), De Bernard (Edo Mestre,2), Tormen (Feltreseprealpi),
13 RETI: Benetton (Liapiave, 6)
12 RETI: Zane (Miranese,6)
11 RETI: Fruscalzo (Ardita Moriago), Vivian (Ponzano,1), Voltolini (Romano Ezzelino,3), Mecaj (Rossano,2)
10 RETI: Zanatta (Feltreseprealpi,1)
9 RETI: Nicolella (Liapiave), Costantini (Sottomarina Lido)
8 RETI: Furlan e Moretto (Opitergina)
7 RETI: Bernardi (Ardita Moriago,2), Mason (Giorgione,2), Solagna (Liapiave), Pasian (Opitergina,3), Formenton (Sottomarina Lido)
6 RETI: Martina (Liapiave,1), Mattiazzo (Ponzano,1), Nardi (Union CSV,2), Barutta (Vigontina)
5 RETI: Ballarin (Dolo Riviera Brenta), Baldi (Feltreseprealpi,3), Dissegna (Giorgione), Silboni (Opitergina,4), Boscolo (Sandonà 1922), Sagna (Treviso), Donato (Vigontina)

giovedì 15 aprile 2010

Giudice sportivo del 14/4

Il giudice sportivo ha squalificato per un turno il difensore Marco Romano, che quindi non sarà a disposizione di mister Zanini per la trasferta di San Polo di Piave contro il Liapiave.

mercoledì 14 aprile 2010

Miscellanea biancoceleste

(Ogni segnalazione di eventuali errori sarebbe graditissima)

- 39 i punti conquistati finora dal Treviso, al 7° posto in coabitazione del Giorgione. Confrontando i risultati con i medesimi avversari, il saldo del girone di ritorno è pari a +7 punti (15 prima e 22 dopo il giro di boa). Con le 4 squadre ancora da affrontare, all’andata i biancocelesti hanno ottenuto appena 2 punti sui 12 disponibili.
- 9 i successi stagionali del Treviso, 6 dei quali con mister Zanini in panchina. Di questi 9, 4 interni (solo Ardita Moriago, Dolo R.B. e Edo Mestre hanno vinto di meno in casa) e 5 esterni (solo Opitergina, Sottomarina, LiaPiave e FeltresePrealpi hanno vinto di più in trasferta). Considerando il turno infrasettimanale con il Sottomarina, la vittoria manca da 4 partite (Giorgione-Treviso 1-2). Con il mancato successo-bis sul Rossano, il Dolo R.B. rimane e rimarrà l’unica squadra ad essere stata battuta dai biancocelesti sia all’andata che al ritorno. Questa la frequenza dei punteggi: 5 vittorie per 2-0, 3 per 2-1, 1 per 1-0.
- 12 i pareggi all’attivo (secondi solo a FeltresePrealpi e Rossano, entrambi con 13), di cui ben 8 in casa (primato a parimerito) e 4 in trasferta. Al momento, Vigontina e Miranese sono le uniche due squadre i cui incontri con il Treviso sono terminati in pareggio sia all’andata che al ritorno. Nello specifico, i biancocelesti rimangono tuttora gli unici ad aver pareggiato a Vigonza (1^ giornata). Quello di domenica è il 3° 1-1 consecutivo. Questa la frequenza dei punteggi: 6 per 1-1, 3 per 0-0 (di cui 2 con l’unica squadra padovana del girone), 3 per 2-2.
- 7 le sconfitte per il Treviso, di cui comunque solo 3 al Tenni su 15 gare giocate (ne manca solo una). Con Zanini in panchina, la squadra ha perso solamente contro Opitergina e Sottomarina, ambedue ai vertici della classifica. Sono 2 le squadre con cui il Treviso potrebbe conquistare 0 punti su 6 disponibili (vale a dire Union CSV e FeltresePrealpi, entrambe ancora da affrontare nel girone di ritorno); per il resto, infatti, i biancocelesti hanno ottenuto almeno un punto con tutti. Questa la frequenza dei punteggi: 2 per 0-1, 2 per 1-2, 2 per 1-3, 1 per 0-3 (nessuna per 0-2).
- Con 33 gol fatti, quello biancoceleste è l'8° miglior attacco su 17. Il Treviso non ha mai segnato più di 2 gol a partita. Negli ultimi 10 match si è rimasti a secco solo in una circostanza (vs Sottomarina).
- Con 30 gol subiti, quella biancoceleste è la 6^ miglior difesa su 17. Sono solo 3 le compagini che hanno rifilato più di 2 gol al Treviso: FeltresePrealpi (1-3), Opitergina (1-3) e Sottomarina (0-3, di fatto la peggior sconfitta stagionale). Si subisce gol da 6 match consecutivi.
- Con un saldo pari a +3, quella biancoceleste è la 7^ miglior differenza reti del campionato. La media inglese è di -19 (8^).
- Giunto al 9° match consecutivo giocato sul suolo trevigiano (ma la striscia arriverà addirittura a 11, ossia tutte le partite comprese tra quelle di Bassano del Grappa e di Mestre), il Treviso ha terminato i confronti con le 3 squadre vicentine del girone; questo il bilancio definitivo: 3 vittorie, 2 pareggi, 1 sconfitta.
- Classifica in base ai dati ufficiali sugli spettatori al Tenni (non al netto degli abbonati assenti): 1.278 vs Opitergina (3^ gara in casa), 1.181 vs Ponzano (5^), 1.035 vs Romano d'Ezzelino (2^), 1.028 vs Dolo R.B. (1^), 1.024 vs Giorgione (4^), 936 vs SanDonà (12^), 908 vs FeltresePrealpi (7^), 903 vs Edo Mestre (6^), 736 vs Vigontina (8^), 730 vs LiaPiave (9^), 701 vs Miranese (14^), 700 vs Sottomarina (13^), 663 vs Marosticense (11^). Non pervenuto il dato di Treviso – Ardita Moriago. Media: spettatori 909 (attenzione: alla luce di una tanto forte quanto non ufficialmente rilevabile emorragia di abbonati, nel finale di stagione questa classifica non sarà più aggiornata).
- Classifica in base al costo del biglietto nelle trasferte biancocelesti: 10 € Marostica – Oderzo – Castelfranco Veneto / 9 € Sottomarina - Ponzano (*) / 8 € Vigonza - Moriago d.B. - Mirano - Rossano Veneto – Conegliano & San Vendemiano – Dolo – Romano d’Ezzelino / 5 € San Donà di Piave. (*) = insolita discrezionalità a Ponzano; c'è chi ha pagato 8 € (prezzo ridotto in casi di manifesta fede biancoceleste) e chi invece 10 € (pur essendo tifosi del Treviso).

domenica 11 aprile 2010

Treviso-Rossano: il gol di Favaro

Nel video la punizione con cui Davide Favaro ha ristabilito la parità.

Così la 30^ giornata

I risultati della 30^ giornata
Ardita Moriago - Marosticense 0-0
Dolo R.B. - Giorgione 3-2
FeltresePrealpi - Ponzano 1-0
Opitergina - Edo Mestre 2-1
Sottomarina - SanDonà 1-0
Treviso - Rossano 1-1
Union CSV - LiaPiave 2-3
Vigontina - Miranese 2-1
Riposa: Romano d'Ezzelino

La classifica dopo la 30^ giornata
OPITERGINA 59 *
SOTTOMARINA 55
LIAPIAVE 52
PONZANO 45
FELTRESEPREALPI 43
ROSSANO 40
GIORGIONE 39
TREVISO 39
ARDITA MORIAGO 35 *
MAROSTICENSE 34 *
VIGONTINA 34
MIRANESE 31
SANDONA' 30
ROMANO D'EZZELINO 30
DOLO R.B. 27
EDO MESTRE 24 *
UNION CSV 22
* = deve ancora riposare

Treviso-Rossano 1-1

RETI: 40' Bavaresco (R), 66' Favaro (T)

TREVISO: Borghetto, Leonarduzzi (65' Lunardi), Romano, Balzan, Paoli, Ruggiero (46' Tartalo), Nardin (80' Faggian), Bianco, Robelli, Sagna, Favaro. All. Zanini
ROSSANO: Bragagnolo, Zarpellon, Parolin (60' Zanella), Panetto, Carniel (75' Zen), Marin, Toniolo, Bizzotto, Mecaj, Bavaresco (60' Leonardi), Orso. All. Belardinelli
ARBITRO: Zulianello di San Donà di Piave
NOTE: Espulsi: 78' Romano (T) per fallo da ultimo uomo, 83' Toniolo (R) per gioco falloso. Ammoniti: Tartalo (T), Marin (R). Angoli: nd. Spettatori: 400

sabato 10 aprile 2010

Il Treviso in diretta!

Ritorna il nostro consueto appuntamento con la cronaca della partita del nostro Treviso.
Per essere reindirizzati al topic del Treviso in diretta, cliccare sul titolo di questo post o sul seguente link: Treviso-Rossano
Ricordiamo a tutti che, per leggere la cronaca della partita, bisogna essere registrati al forum.
Per registrarsi è semplicissimo, basta andare quì e seguire le indicazioni: Registrazione

Treviso-Rossano: il prepartita

Dopo la pausa pasquale, l’Eccellenza è pronta per il rush finale, ancora cinque partite (quattro per chi deve ancora riposare) e tra un mese avremo i primi verdetti. Non dovrebbero esserci sorprese per il Treviso ormai salvo, che si avvia a questo finale senza obiettivi reali, se non vincere il minicampionato per il quinto posto insieme a Feltrese, Giorgione e il Rossano, prossimo avversario dei biancocelesti. All'andata, contro un Treviso quart'ultimo in piena zona playout, e alla ricerca di una vittoria che mancava da oltre due mesi, i vicentini erano incappati nella prima sconfitta interna della stagione. Un successo ritrovato proprio in quel pomeriggio gelido, con grande cinismo, grazie a due prodezze aeree di capitan Romano e Julio Sagna. Ma tra i due gol, un pò di sofferenza e tanti pericoli nell’area di Pezzato, imbattuto solo grazie all’aiuto dei legni. Dopo quel k.o, il Rossano ha ripreso a far punti, mantenendo una tranquilla posizione di classifica e ritrovando l’imbattibilità casalinga, perdendola (immeritatamente) nel recupero contro la capolista Opitergina. Sicuramente un campionato soddisfacente per la squadra di Bernardini, che nel recupero di mercoledì è tornato ad assoporare la vittoria dopo soli tre punti in quattro turni. Un successo sudato quello contro il fanalino di coda Union CSV, ottenuto grazie ai gol di Toniolo e Mecaj, protagonista assoluto del match, senza dimenticare il portiere Bragagnolo che nel finale ha negato a Nardi il gol del pareggio. La ritrovata vittoria casalinga, che mancava dalla prima giornata di ritorno (2-0 ai cugini del Romano), ha regalato al Rossano i punti salvezza che mancavano, oltre al sorpasso sul Treviso, ora distanziato di un punto a quota 38.
Per i ragazzi di Zanini è dunque indispensabile riassaporare il gusto della vittoria nella penultima gara al Tenni, dove il successo manca addirittura da quattro settimane (2-1 nello storico derby col Sandonà). Nonostante la pausa, sabato scorso Favaro e compagni sono comunque scesi in campo per un’amichevole pasquale giocata a Cappella Maggiore contro la locale formazione, attualmente terz’ultima nel girone D di Promozione dominato dal Vittorio Veneto. Per il Treviso, vittoria (2-1) grazie ai gol di Ruggiero e Tartalo, con bomber Favaro in campo per 90’ minuti. Come due settimane fa alla vigilia del derby di Ponzano, a preoccupare è la difesa, decimata dagli infortuni. Difficile infatti il recupero di Bruniera ma soprattutto Paoli, mentre Leonarduzzi tornerà a disposizione dopo un turno di squalifica. Spetterà a Zanini trovare la migliore soluzione, onde evitare le sbandate difensive di Ponzano. Ma nel derby di due settimana fa tutta la squadra, almeno fino al gol del pareggio, non ha giocato una gran partita, per tornare a vincere servirà allora lo stesso Treviso che dopo il pareggio di Sagna è andato più volte vicino al gol del vantaggio.

venerdì 9 aprile 2010

Partite e arbitri della 30^ giornata

Partite e arbitri della 30^ giornata (dom 11/04, ore 16.00)
Ardita Moriago - Marosticense (Bozzo di San Donà di Piave)
Dolo R.B. - Giorgione (Antonello di Bassano del Grappa)
FeltresePrealpi - Ponzano (Campagnolo di Bassano del Grappa)
Opitergina - Edo Mestre (Dal Pan di Belluno)
Sottomarina - SanDonà (C.a.i. - arbitro da fuori regione)
Treviso - Rossano (Zulianello di San Donà di Piave)
Union CSV - LiaPiave (Sattin di Rovigo)
Vigontina - Miranese (C.a.i. - arbitro da fuori regione)
Riposa: Romano d'Ezzelino.

I risultati dei recuperi giocati in settimana
Marosticense - Romano d'Ezzelino 1-1
Miranese - FeltresePrealpi 1-3
Rossano - Union CSV 2-1

La classifica dopo la 29^ giornata
OPITERGINA 56 *
SOTTOMARINA 52
LIAPIAVE 49
PONZANO 45
FELTRESEPREALPI 40
GIORGIONE 39
ROSSANO 39
TREVISO 38
ARDITA MORIAGO 34 *
MAROSTICENSE 33 *
MIRANESE 31
VIGONTINA 31
SANDONA' 30
ROMANO D'EZZELINO 30 *
EDO MESTRE 24 *
DOLO R.B. 24

UNION CSV 22
* = deve ancora riposare

mercoledì 7 aprile 2010

Marcatori biancocelesti

Favaro 14 (di cui 10 decisivi)
Sagnà 5 (di cui 4 decisivi)
Ruggiero 3 (di cui 1 decisivo)
Tartalo 2 (decisivi)
Agnoletto 1 (non decisivo)
Balzan 1 (decisivo)
Brugniera 1 (non decisivo)
Derras 1 (decisivo)
Robelli 1 (decisivo)
Romano 1 (decisivo)
Silotto 1 (decisivo)

Il capocannoniere Favaro, in generale, si piazza al terzo posto nella classifica marcatori, al pari di Tormen della FeltresePrealpi (entrambi a due reti dalla vetta).
Solo tre i tiri dal dischetto concessi finora al Treviso (secondo invece per rigori contro, ben otto), con una percentuale di realizzazione pari al 100%: due rigori di Favaro e uno di Tartalo.
Due le doppiette sinora messe a segno dai biancocelesti: una di Sagnà (piuttosto prolifico nelle ultime settimane) e l'altra di Favaro (a secco dalla gara con il SanDonà).
Due anche le autoreti subite dai ragazzi di mister Zanini: Faggian (Treviso-SanDonà) e Bianco (Treviso-FeltresePrealpi) gli autori.

martedì 6 aprile 2010

Gli arbitri del Treviso

La provenienza (intesa come sezione arbitrale) degli arbitri finora incrociati dal Treviso:
- 3 volte da: Venezia, Verona, Vicenza;
- 2 volte da: Conegliano, Este, Mestre;
- 1 volta da: Bassano del Grappa, Cagliari (Sardegna), Casale Monferrato (Piemonte), Città di Castello (Umbria), Fermo (Marche), Padova, Portogruaro, Rimini (Emilia Romagna), Roma (Lazio), Rovigo, Schio, Siena (Toscana).

Con arbitri veneti il Treviso ha ottenuto 7 vittorie, 7 pareggi e 6 sconfitte, un dato estremamente equilibrato. In base alla provincia:
- con trevigiani: 1 vittoria e 1 sconfitta;
- con veneziani: 2 vittorie e 4 pareggi;
- con vicentini: 1 pareggio e 4 sconfitte;
- con padovani: 1 vittoria, 1 pareggio e 1 sconfitta;
- con veronesi: 2 vittorie e 1 pareggio;
- con rodigini: 1 vittoria.
Spiccano i 6 incontri (e 0 sconfitte) con arbitri veneziani, nonché i 5 incontri (e 0 vittorie) con direttori di gara vicentini.

Il bilancio biancoceleste con i relativamente numerosi arbitri da fuori regione, invece, è di 2 vittorie, 3 pareggi e 2 sconfitte.

lunedì 5 aprile 2010

Treviso, minuti dei gol fatti e subiti

Suddividendo i gol fatti e i gol subiti dal Treviso in base a fasce orarie (0-10 minuti, 10-20, 20-30, 30-40, 40-recupero 1° tempo; 45-55, 55-65, 65-75, 75-85, 85-recupero 2° tempo) risulta:

Gol fatti:
0-10: 3 / 10-20: 4 / 20-30: 2 / 30-40: 3 / 40-1°r: 4 / 45-55: 5 / 55-65: 5 / 65-75: 2 / 75-85: 2 / 85-2°r: 2.
16 i gol fatti nel 1° tempo, altrettanti quelli nel 2° tempo. Sono i primi 20 minuti della ripresa ad essere i più profilici per i biancoceleste, che in ogni caso non risparmiano reti già in apertura di partita. Il pari di rigore con la Miranese ha coinciso con la seconda rete in zona Cesarini.

Gol subiti:
0-10: 0 / 10-20: 3 / 20-30: 3 / 30-40: 3 / 40-1°r: 3 / 45-55: 1 / 55-65: 4 / 65-75: 7 / 75-85: 3 / 85-2°r: 2.
12 i gol subiti nel 1° tempo, 17 quelli nella ripresa. Nessun gol finora subìto nei primi 10 minuti di partita, ed appena 1 nei primi 10 del 2° tempo (evidentemente i biancocelesti entrano in campo concentrati). Molto critica, invece, la parte centrale della seconda frazione.

domenica 4 aprile 2010

Buona Pasqua!

Tanti auguri di buona pasqua a tutti i lettori di www.forzatreviso.it, da parte di tutto lo Staff.

sabato 3 aprile 2010

La classifica del girone di ritorno

La classifica solo sulla base dei risultati nel girone di ritorno:

SOTTOMARINA 25 (11)
LIAPIAVE 23 (11)
OPITERGINA 23 (12)
TREVISO 21 (11)
ARDITA MORIAGO 18 (12)
VIGONTINA 17 (11)
MIRANESE 14 (10)
MAROSTICENSE 13 (11)
ROMANO D'EZZELINO 13 (11)
DOLO R.B. 12 (11)
GIORGIONE 12 (11)
FELTRESEPREALPI 11 (10)
ROSSANO 11 (10)
PONZANO 11 (11)
SANDONA' 10 (11)
UNION CSV 8 (10)
EDO MESTRE 7 (12)

Tra parentesi il numero di partite giocate.
I colori sono quelli della classifica generale pubblicata a destra (ad esempio, l'Opitergina sarebbe al 1° posto).

venerdì 2 aprile 2010

Corvezzo esce allo scoperto

Che Renzo Corvezzo fosse il nuovo proprietario del Treviso calcio non c'erano dubbi, ma i tifosi da settimane chiedevano a gran voce un intervento chiarificatore. Proprio ieri, nel nostro forum (che proprio oggi compie 6 anni), in molti avevano invocato l'uscita allo scoperto del futuro presidente biancoceleste, e le loro richieste sono state magicamente esaudite visto che sul Gazzettino di Treviso è stata pubblicata un'intervista al diretto interessato. L'imprenditore vitivinicolo, già presidente dell'Europeo Cessalto promosso in Prima ccategoria con cinque giornate di anticipo, ha sintetizzato con poche parole il progetto con cui mira a riportare in alto il calcio Treviso, e a tal riguardo una prima presentazione del progetto potrebbe esserci già martedì 13 aprile. Il silenzio di queste settimane, nonostante un passaggio di proprietà concluso da tempo, sarebbe dovuto alle trattative per l'iscrizione al campionato 2010/2011. Corvezzo sostiene che l'ammissione alla serie D è cosa ormai certa, ma non nasconde che la speranza sarebbe ripartire direttamente dalla Seconda Divisione, sfruttando il parere favorevole del Comune (che avrebbe già concesso la lettera di gradimento) e il titolo sportivo del vecchio Treviso F.b.c. 1993 fondato dal grande Giovanni Caberlotto e portato al fallimento, solo societario, da Ettore Setten l'estate scorsa. Come detto sopra, programmi e progetti futuri dovrebbe essere presentati nella conferenza stampa di metà aprile. Per ora si sa che il futuro presidente è supportato da almeno quattro imprenditori non trevigiani, mentre sembra più difficile un coinvolgimento del gruppo costituitosi attorno a Dario Pizziolo, troppo numeroso per poter garantire una gestione ottimale della nuova società. Importante sarà ricostruire un settore giovanile completamente smantellato dal crack societario, contando sulla collaborazione di alcune società di Serie B, anche se Corvezzo precisa che nessun personaggio attivo nel vecchio Treviso F.b.c. sarà coinvolto.
Per i tifosi biancocelesti, dopo tante delusioni, sembra esser finalmente giunta la svolta tanto attesa. Ora possiamo solo attedendere fiduciosi...

Buon 6° compleanno, ForzaTreviso!

Era il 2 aprile 2004 quando nacque questo sito, www.forzatreviso.it. Da allora sono passati 6 anni esatti. Buon compleanno!

video

giovedì 1 aprile 2010

Vigontina-Treviso torna 0-0 anche per il C.R.V.

Anche se un pò in ritardo, nel comunicato uscito ieri il Comitato Regionale Veneto ha ufficializzato la decisione (già nota da tempo...) della Corte di Giustizia Federale in merito a Vigontina-Treviso. Ora non ci sono più dubbi, lo 0-0 acquisito sul campo dal Treviso è stato giustamente ripristinato. Per i biancocelesti un punto in più che non cambia molto la classifica, mentre la Vigontina senza i due punti guadagnati a tavolino si ritrova appena un gradino sopra la zona playout.
Ecco il comunicato:

La Corte di Giustizia Federale III Sezione con suo Comunicato Ufficiale n. 198/CGF, nella riunione del 18 Marzo 2010 ha
accolto il ricorso presentato dall’ASD Treviso 2009 :
“””
Reclamo per revocazione ex art. 39 C.G.S. dell’A.S.D. TREVISO 2009
Avverso decisioni merito gara Vigontina Calcio/Treviso 2009 del 20.9.2009
(Delibera della Commissione Disciplinare Territoriale presso il Comitato Regionale Veneto – Com.Uff. n. 39 dell’8.1.2010)
La Corte di Giustizia Federale in accoglimento del reclamo per revocazione ex art. 39 CGS come sopra proposto
dall’ASD Treviso 2009 di Treviso, annulla la delibera impugnata, ripristinando il risultato della gara come segue :
Campionato di Eccellenza, Girone B, del 20/9/2009 (1^ Giornata di Andata)
Vigontina Calcio – Treviso 2009 0 – 0.
Dispone la restituzione della tassa reclamo versata.”””
Google
 

Meteo Treviso

Meteo Treviso - Servizio gratuito offerto da Meteo Webcam